Castel Bolognese, al via i cantieri del “Piano Italia 1 Giga”

Open Fiber avvia i lavori finanziati con i fondi del Pnrr, oltre 800 civici verranno connessi attraverso un’infrastruttura a banda ultra larga

Sono partiti a Castel Bolognese (in provincia di Ravenna) i cantieri di Open Fiber nell’ambito del ‘Piano Italia 1 Giga: il progetto rientra nei piani di intervento pubblico della Strategia italiana per la Banda Ultra Larga, finanziato e promosso dal Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio grazie ai fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, e attuato da Infratel Italia. Ai fondi pubblici, che ammontano al 70% del progetto, si aggiunge un ulteriore 30% finanziato da Open Fiber. L’intervento riguarda zone non coperte da almeno una rete in grado di fornire velocità di connessione in download pari o superiori a 300 Mbit/s. Nel comune verranno connessi oltre 670 civici attraverso un’infrastruttura FTTH (Fiber To The Home, fibra fino a casa) e altri 147 in tecnologia FWA (Fixed Wireless Access). L’infrastruttura, che consentirà di navigare alla velocità di 1 Gigabit al secondo, si svilupperà per circa 31 chilometri.

“Sono lavori importanti e necessari allo sviluppo della nostra comunità – dichiara il Sindaco Luca Della Godenza – la connessione ultraveloce è fondamentale per utilizzare tanti servizi ed essere connessi ed interconnessi. Castel Bolognese con questo investimento guarda ancora con più fiducia al futuro.”

“Grazie al buon rapporto con l’amministrazione comunale oggi a Castel Bolognese realizziamo l’infrastruttura a banda ultralarga del “Piano Italia a 1 Giga” – sottolinea Linda Dovesi, Field Manager di Open Fiber in Emilia Romagna -. Le potenzialità e le risorse di questa rete sono innumerevoli. Cittadini, imprese ed amministrazione comunale potranno usufruire di telemedicina, smart working, streaming HD, controllo elettronico degli accessi, e ancora, monitoraggio ambientale, gestione dell’illuminazione pubblica, il tutto attraverso una connessione ultraveloce di ultima generazione”.

Con oltre 14,5 milioni di unità immobiliari già connesse in Italia alla sua nuova rete in FTTH, Open Fiber è il principale operatore italiano nelle connessioni in fibra ottica fino a casa e tra i leader in Europa. Ad oggi, la connettività ultraveloce sulla rete realizzata da Open Fiber è disponibile in 240 città di grandi e medie dimensioni e in oltre 4.700 piccoli comuni.

Open Fiber è un operatore wholesale only, non vende perciò servizi al cliente finale ma è attiva esclusivamente nel mercato all’ingrosso offrendo l’accesso a tutti gli operatori interessati. Una volta completata l’infrastruttura i cittadini interessati non devono far altro che verificare sul sito www.openfiber.it la copertura del proprio civico, scegliere il piano tariffario preferito e contattare uno degli operatori disponibili per poi iniziare a navigare a una velocità impossibile da raggiungere con le attuali reti in rame o miste fibra-rame.

https://i.postimg.cc/bYHgyFJ1/fibra-posa.jpghttps://i.postimg.cc/bYHgyFJ1/fibra-posa.jpgRedazione CBnewsDALLA CITTA'fibra,internetOpen Fiber avvia i lavori finanziati con i fondi del Pnrr, oltre 800 civici verranno connessi attraverso un’infrastruttura a banda ultra larga Sono partiti a Castel Bolognese (in provincia di Ravenna) i cantieri di Open Fiber nell’ambito del ‘Piano Italia 1 Giga’: il progetto rientra nei piani di intervento pubblico della Strategia italiana...Notizie, informazioni, eventi, appuntamenti da Castel Bolognese (Ravenna)