prima castelloProsegue il dibattito intorno al futuro della Piazza Bernardi e del centro storico.
In merito, abbiamo ricevuto il questo comunicato di Jacopo Berti e Marco Cavina della lista Prima Castello

“Rimettere a nuovo, spendendo centinaia di migliaia di euro, una piazza che è disabitata; questa è la progettazione futuristica del PD castellano. Spendere e spandere per avere risultati “0” ” con queste parole esordiscono il Coordinatore della Lista Prima Castello Jacopo Berti e il Capogruppo in Consiglio Comunale Marco Cavina.

Spiegano poi i due castellani: “L’Amministrazione, ha deciso di investire una cifra intorno ai 600.000 euro per rifare la piazza di Castello, con un progetto di miglioramento del centro storico. Questo progetto consiste semplicemente nel piastrellare la piazza, stravolgere la viabilità delle strade limitrofe e piazzare due fontane (inutili). Non sarebbe meglio spendere altrove questi soldi pubblici, piuttosto che investire su una piazza che vive solamente 4/5 volte l’anno, mentre per i restanti giorni è desolata?”

Proseguono quindi i due referenti di “PRIMA CASTELLO”: “Questa è un’operazione che l’unica cosa che è riuscita a scaturire è stata la rabbia dei commercianti che, se il progetto andrà in opera, vedranno svalutati i loro immobili. I commercianti, non vogliono molto, vogliono semplicemente avere più parcheggi, una maggiore pedonabilità e che soprattutto quei soldi vengano spesi in maniera migliore, anche incentivando il commercio in paese”.

Continuano Berti e Cavina: “L’Amministrazione ha trovato i fondi attraverso lo sblocco del Patto di Stabilità, fondi che possono essere spesi per tante altre cose. Per esempio si potrebbe investire sull’edilizia sociale, visto che ci sono case comunali a Castel Bolognese gestite da ACER, con grossissime carenze strutturali, oppure per avviare opere di snellimenti del traffico sulla via Emilia. Ma a quanto pare, all’Amministrazione importa maggiormente avere risultati frivoli da mostrare in campagna elettorale, piuttosto che attuare opere per il bene dei cittadini”.

Concludono quindi i due rappresentanti della civica Prima Castello: “Ci troviamo di fronte ad un’Amministrazione che da un lato progetta opere faraoniche, e soprattutto inutili, a spese dei cittadini e che dall’altro mette l’Irpef sui redditi fino a 7.500 euro per fare cassa. Un vero paradosso in salsa PD. Noi ci faremo sentire sia in Consiglio Comunale che fuori, perché di fronte ad un tale scempio, non si può stare con le mani in mano”.

Redazione CBnewsPoliticapiazza,prima castelloProsegue il dibattito intorno al futuro della Piazza Bernardi e del centro storico. In merito, abbiamo ricevuto il questo comunicato di Jacopo Berti e Marco Cavina della lista Prima Castello “Rimettere a nuovo, spendendo centinaia di migliaia di euro, una piazza che è disabitata; questa è la progettazione futuristica del PD...