A noi piace pensare che i produttori agricoli locali, a partire dal territorio collinare e montano, non producono solo olio, vino, formaggi, carne, miele, castagne, frutta, ortaggi, ma producono anche “paesaggio”. Il lavoro di tanti contadini e la scelta del “km 0” si traducono quindi pure in cura e valorizzazione del paesaggio e presidio del nostro territorio.

Avere cura del paesaggio e offrirlo in simbiosi con i prodotti di pregio significa creare nuove opportunità di reddito che guardano allo sviluppo di quello che oggi viene definito Turismo lento, dei luoghi e delle esperienze.

Se a questo aggiungiamo lo sviluppo del legame fra prodotti locali e cucina, fra tradizione e modernità, corroborato e sostenuto dall’arte dei nostri maestri di ristorazione locale, completiamo il quadro di un possibile nuovo sviluppo creativo e sostenibile dell’economia romagnola.

Valorizzare i nostri fiumi, promuovendo sopra i propri argini o al loro fianco, percorsi naturalistici pedo-ciclabili, significa puntare a questo segmento di turismo, in forte crescita in tutta Europa, e portarlo a contatto diretto con il lavoro dei contadini, i loro prodotti e il paesaggio. Con gli effetti benefici che si possono ben prevedere.

Di tutto questo parleremo in una pubblica conferenza dal titolo “Fiumi, paesaggio, prodotti e cucina, la storia cambia: buona campagna in libero Stato”, promossa dagli Amici del Senio, con la collaborazione della Coldiretti, al prossimo MOMEVI – fiera dell’Agricoltura di Faenza.

L’appuntamento è fissato per Sabato 24 Marzo 2018 alle ore 16, presso la sala Zanelli in via Risorgimento 3.

I lavori, presieduti da DOMENICO SPORTELLI, presidente dell’Associazione Amici del Senio, saranno aperti da una relazione di RODOLFO GAUDENZI – pianificatore territoriale – sul tema della “produzione di paesaggio”.

Seguiranno i contributi di MARCO FOSCHINI – Area economia della Coldiretti nazionale – che parlerà di “Contadini artisti della terra”. A seguire, IVO ZAMA di Campagna Amica, ci intratterrà su “produttori e consumatori si danno la mano”.

Ascolteremo poi il contributo di SILVERIO CINERI, icona della ristorazione romagnola e cuoco stellato, che parlerà di “Odore di terra e tavola romagnola”.

Sarà poi interessante cogliere il contributo da parte dell’architetto ANTONIO BANDINI, assessore all’Ambiente e alle politiche agricole del comune di Faenza. Sapendo che da parte nostra l’interesse sta nel conoscere l’opinione in merito da parte delle Amministrazioni locali.

Ci sarà spazio per interventi e dibattito. Al termine CAMPAGNA AMICA offrirà un brindisi a tutti gli intervenuti.

Alla conferenza, che gode del Patrocinio delle Unioni dei comuni della Bassa Romagna e della Romagna Faentina, oltre che del comune di Faenza e della Regione, sono invitati: le Amministrazioni comunali, la Regione Emilia-Romagna, gli operatori agricoli, le associazioni culturali, economiche e sportive, tutti i cittadini.

Domenico Sportelli
Presidente associazione Amici del Senio

 

redazione CBnewsROMAGNA FAENTINAamici del fiume senioA noi piace pensare che i produttori agricoli locali, a partire dal territorio collinare e montano, non producono solo olio, vino, formaggi, carne, miele, castagne, frutta, ortaggi, ma producono anche 'paesaggio'. Il lavoro di tanti contadini e la scelta del 'km 0' si traducono quindi pure in cura e...