Ci sono anni particolarmente significativi nella carriera degli atleti, come quelli in cui si decide di dare l’addio all’attività di alto livello e “appendere le scarpette al chiodo”. E’ il caso di un intero gruppo di ginnaste di età compresa tra i 14 e i 24 anni, residenti tra Castel Bolognese e Ravenna, che domenica 28 maggio hanno ufficialmente concluso l’attività agonistica di alto livello e dal prossimo anno si dedicheranno a competizioni più tranquille. Le ginnaste provengono da varie società del circondario (Il Cigno, Progetto Ritmica Romagna, Rhytmic Ravenna) e sono riunite da qualche anno sotto le mani delle allenatrici Nadia Sicari e Linda Altieri e della coreografa Yulia Malaschiceva.

Ma questo anno sportivo non poteva concludersi meglio di così! Le ginnaste hanno partecipato ai campionati della Federazione Ginnastica d’Italia (ente ufficiale per la ginnastica in Italia, riconosciuto a livello internazionale), portando numerosi risultati sia a livello regionale che interregionale, e dopo una selezione durissima ben tre esercizi si sono qualificati per l’ultima fase della competizione. A Pesaro, lo scorso 6-7 maggio, si è disputata la fase italiana del campionato di Specialità, dove hanno partecipato Jemili Savini (Faenza) con le clavette nella categoria senior e in coppia con Michela Alberghi (Castel Bolognese) con fune e palla, mentre per la categoria junior Mila Cristoferi (Cotignola) ha presentato l’attrezzo nastro. Mila, che ha avuto una rapidissima ascesa dopo aver esordito in Federazione solo due anni fa, è ora il migliore settimo nastro d’Italia. Un bellissimo settimo posto è arrivato anche per la coppia Alberghi-Savini, già vicecampionessa nazionale lo scorso anno nella stessa competizione. Jemili ha brillato con un esercizio alle clavette che ha meritato addirittura la medaglia di bronzo italiana. Conclude così la sua carriera agonistica con ben quattro medaglie di Specialità in carriera (oro coppia 2012, bronzo clavette 2014, argento coppia 2016, bronzo clavette 2017), risultato che ben poche ginnaste possono vantare.

Inoltre, lo scorso weekend ai campionati Italiani UISP a Jesi c’è stata una vera pioggia di medaglie per la squadra delle ginnaste romagnole, che hanno gareggiato in 3° categoria, un livello corrispondente all’agonistica della Federazione. Per la categoria junior, Mila Cristoferi è vicecampionessa nazionale sia al cerchio che al nastro, mentre Francesca Randi (Bagnacavallo) è vicecampionessa nazionale alla fune e quarta alla palla. Per la categoria senior, Gaia Mazzotti (Ravenna) è campionessa nazionale sia alla fune che al cerchio, seguita dalla compagna Arianna Bruschi (Bagnacavallo) argento al cerchio. Jemili Savini è d’oro alle clavette. Siria del Pomo (Castel Bolognese) è argento alla palla e bronzo al nastro, mentre Lucia Sanchini (Castel Bolognese) è argento al nastro e quinta alla palla. Con un totale di tre ori, sei argenti e un bronzo, la squadra vanta un medagliere d’eccellenza, dove tutte le ginnaste hanno ottenuto almeno un riconoscimento a conferma della loro ottima preparazione. Insieme con i complimenti per una chiusura di carriera di alto livello così luminosa, a queste ragazze vanno i migliori auguri per un ottimo proseguimento nella ginnastica e nella vita.

Redazione CBnewsSPORTginnastica ritmicaCi sono anni particolarmente significativi nella carriera degli atleti, come quelli in cui si decide di dare l’addio all’attività di alto livello e “appendere le scarpette al chiodo”. E’ il caso di un intero gruppo di ginnaste di età compresa tra i 14 e i 24 anni, residenti tra...