“Acqua, identità e futuro dei territori” è il titolo dell’edizione 2017 della Settimana nazionale della bonifica e dell’irrigazione, promossa dall’ANBI – Associazione Nazionale Consorzi di gestione e tutela del territorio e acque irrigue, in programma dal 13 al 21 maggio. Per quanto riguarda il territorio faentino, il Consorzio di bonifica della Romagna Occidentale ha in programma numerose visite guidate alle opere irrigue di pianura e agli invasi collinari.

In particolare sarà possibile visitare: l’impianto Santerno-Senio2 e l’impianto fotovoltaico galleggiante “LOTO-progetto energia” a Solarolo, l’impianto Santerno-Senio3 a Castel Bolognese, l’impianto Senio-Lamone a Faenza, gli invasi collinari di Casola Valsenio, Brisighella e Faenza.

Le visite guidate sono gratuite e devono essere preventivamente prenotate: per quelle del distretto di pianura tel. 0545 909511 consorzio@romagnaoccidentale.it, per quelle del distretto montano tel. 0546 21372 d.montano@romagnaoccidentale.it
www.romagnaoccidentale.it


Il Consorzio di bonifica della Romagna Occidentale opera in un comprensorio di oltre 2.000 km quadrati (con una rete canali di 962 km), tra i fiumi Sillaro a ovest, Lamone a est, Reno a nord e il crinale appenninico tosco-romagnolo a sud. Cinque le province coinvolte: Ravenna, in prevalenza; Bologna, nell’area imolese; Forlì-Cesena, nell’area collinare di Modigliana e Tredozio; Ferrara, al confine nord-ovest del comprensorio; Firenze, nel versante adriatico della Regione Toscana che comprende i centri abitati di Firenzuola, Palazzuolo e Marradi. 35 i comuni che fanno parte del comprensorio. Il Consorzio, che ha sedi a Lugo, Faenza, Imola e Firenzuola, è articolato in due distretti: pianura e montano.

redazione CBnewsCastello e Dintorniconsorzio bonifica“Acqua, identità e futuro dei territori” è il titolo dell’edizione 2017 della Settimana nazionale della bonifica e dell’irrigazione, promossa dall’ANBI – Associazione Nazionale Consorzi di gestione e tutela del territorio e acque irrigue, in programma dal 13 al 21 maggio. Per quanto riguarda il territorio faentino, il Consorzio di...