Anche quest’anno, durante la Festa di Pentecoste si svolgeranno diverse iniziative espositive e culturali, a cura dell’Amministrazione comunale di Castel Bolognese. Dopo il grande successo dell’anno scorso con la mostra di Cesare Ronchi, quest’anno le porte della Sala Espositiva e della Chiesa di Santa Maria della Misericordia (via Emilia Interna 86/A-90) si apriranno a un altro importante artista e scultore castellano: Michele Gottarelli, protagonista dell’esposizione “Infinità dell’arte”.

La mostra scandisce il percorso artistico di Gottarelli, partendo dall’arte figurativa e giungendo a uno stile metafisico e concettuale nelle grandi opere in gesso, terracotta e cementi colorati. Michele Gottarelli è nato nel 1938 a Castel Bolognese, dove vive e opera. Ha frequentato l’Istituto d’Arte di Faenza, dove è stato allievo del grande scultore castellano Angelo Biancini. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Bologna, dove ha avuto come maestro Umberto Mastroianni. Gottarelli ha insegnato scultura negli istituti d’arte di Penne (Pescara), Ravenna e Faenza. Ha partecipato a diverse rassegne d’arte, ottenendo importanti riconoscimenti e premi come il Golden Globe, a Sirmione, nel 2000.

L’evento espositivo a Castel Bolognese sarà inaugurato sabato 27 maggio alle ore 17. Resterà aperto fino a domenica 11 giugno e osserverà i seguenti orari: mattino 10-12, pomeriggio 16-20 (fino alle 22 nei week-end e nelle giornate della Festa di Pentecoste, dal 1 al 5 giugno). Nell’occasione sarà in esposizione per la prima volta l’opera in bronzo “Il ratto d’Europa”, ultimata dall’artista proprio in questi giorni. La mostra si avvale dei patrocini del Comune di Castel Bolognese e dell’Unione della Romagna faentina, del sostegno della BCC della Romagna Occidentale e della collaborazione dell’Associazione di Cuori.

Redazione CBnewsMostreMichele Gottarelli,mostra,PentecosteAnche quest'anno, durante la Festa di Pentecoste si svolgeranno diverse iniziative espositive e culturali, a cura dell'Amministrazione comunale di Castel Bolognese. Dopo il grande successo dell'anno scorso con la mostra di Cesare Ronchi, quest'anno le porte della Sala Espositiva e della Chiesa di Santa Maria della Misericordia (via Emilia...