“Tutto ha inizio nel 1906 quando gli ingegneri faentini Enrico Camangi, Claudio Ricci e Giuseppe Tramontani presentano un progetto per la realizzazkione di un acquedotto che doveva servire Bagnacavallo, Cotignola e Granarolo” (dal libro – TEBANO, una piccola località delle colline faentine, viva oggi come ieri – di Patrizia Capitanio).

Anni dopo il progetto fu approvato. I lavori iniziarono con la costruzione sotterranea di una prima galleria di raccolta, conservatasi in perfetto stato. Poi il cantiere si interruppe per non si sa quali ragioni. E non venne più ripreso.

Sabato 15 ottobre 2016, gli Amici del Senio propongono una Camminata che, percorrendo il Senio, condurrà a Tebano alla riscoperta di quell’opera.

Giunti sul luogo, alcuni volontari esperti scenderanno in sicurezza il pozzo che porta all’acquedotto. Filmeranno la galleria che potrà così essere vista in diretta, o in leggera differita, su Facebook da tutti i partecipanti.

Al termine dell’esplorazione, visiteremo le cantine Astra del Polo di Tebano e incontreremo i tecnici di uno dei centri di sperimentazione vitivinicola maggiormente accreditati in Regione.

Visitate le cantine, nel corso di un aperitivo in compagnia, accenneremo brevemente al bel libro di Patrizia Capitanio, la cui lettura ha ispirato questa iniziativa. Che gli Amici del Senio propongono con il Patrocinio dell’Amministrazione comunale di Castel Bolognese e la collaborazione del Polo di Tebano.

Questo il programma completo. Sabato 15 ottobre. Ritrovo ore 14,30 a Biancanigo (via Rossi 307). Il rientro è previsto attorno alle 18,30. Il percorso a piedi, andata e ritorno, è di circa sei chilometri. E’ adatto a tutti, ma occorre essere in buona salute; calzare scarponcini antiscivolo; recare con se una bottiglietta d’acqua. Bimbi accompagnati. (Info Domenico 340 0532380)

Info: www.amicidelsenio.eu
Facebook: https://www.facebook.com/Associazione-Amici-del-fiume-Senio-384706028403438/

Foto tratta dalla pagina facebook dell'Associazione

redazione CBnewsAssociazioniamici del fiume senio,tebano'Tutto ha inizio nel 1906 quando gli ingegneri faentini Enrico Camangi, Claudio Ricci e Giuseppe Tramontani presentano un progetto per la realizzazkione di un acquedotto che doveva servire Bagnacavallo, Cotignola e Granarolo' (dal libro - TEBANO, una piccola località delle colline faentine, viva oggi come ieri - di Patrizia...