Chiostro Biancini PiazzaDomenica 31 luglio Castel Bolognese, a trentasei anni dalla strage di Bologna, aprirà le sue porte alla Staffetta “Per non dimenticare il 2 agosto 1980”. Iniziativa nata in collaborazione con l’Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna, che costò la vita a 85 persone e provocò oltre 200 feriti.

Castel Bolognese darà il benvenuto anche quest’anno ai podisti partiti da San Marino il giorno precedente per testimoniare lungo tutto il territorio della Romagna e dell’Emilia l’importanza del ricordo. La corsa farà tappa a Castel Bolognese, dove è attesa alle ore 12.30 circa, per poi proseguire verso Imola. Ad accogliere i podisti provenienti da Riolo Terme, in piazza a Castel Bolognese ci sarà l’assessore alla pace, Ester Ricci Maccarini. «Il nostro Comune – afferma l’assessore – vuol continuare a esprimere solidarietà alle vittime della strage e ai loro familiari e rinnovare l’impegno a non dimenticare questa e altre tragedie.

All’iniziativa collaborano la Podistica Avis di Castel Bolognese e la Pro loco Castellana, che accoglierà i partecipanti in Piazza Borghi con un buffet all’interno del chiostro comunale) I cittadini e le associazioni sono invitati a partecipare. L’Amministrazione comunale di Castel Bolognese sarà presente anche martedì 2 agosto a Bologna, giornata della memoria.

Pochi giorni fa la Camera ha approvato in via definitiva la proposta di legge di Paolo Bolognesi, presidente dell’Associazione Vittime della strage di Bologna, che introduce il reato di depistaggio, punito con il carcere da 3 a 8 anni, che salgono a 12 quando è commesso in un processo per reati gravi come la strage. I sì sono stati 325 I No uno gli astenuti 14.

redazione CBnewsDALLA CITTA'2 agosto,staffettaDomenica 31 luglio Castel Bolognese, a trentasei anni dalla strage di Bologna, aprirà le sue porte alla Staffetta “Per non dimenticare il 2 agosto 1980”. Iniziativa nata in collaborazione con l'Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna, che costò la vita a 85 persone...