medico di famigliaRiceviamo e pubblichiamo una lettera che ci è arrivata da un nostro concittadino sul fatto che in questi giorni (ponte dell’Immacolata), i Medici di famiglia non sono stati in servizio.

Desidero esprime malessere ed indignazione per quanto capitato in questi giorni nella nostra Ausl.

Come si trattasse di una normalissima azienda manifatturiera dove si fanno scarpe, calze o chiodi, è stato decretato il ponte lungo per l’Assistenza medica di base. Per 4 giorni consecutivi i nostri Medici di famiglia non sono stati in servizio.

Questo ha certamente provocato un ulteriore intasamento delle strutture di Pronto Soccorso, oramai trasformate in bivacchi, e provocherà nei prossimi giorni nuovi disservizi a livello di base per recuperare i ritardi accumulati.

Se queste sono le Case della salute c’è da stare poco tranquilli.

Non servono giustificazioni e scuse. Coloro che ne hanno la responsabilità devono garantire che simili errori non si ripeteranno. Non solo. Devono impegnarsi a migliorare l’assai carente funzionamento dei Distretti Sanitari di base. Così non va.

Domenico Sportelli (Castel Bolognese)

Redazione CBnews3° PAGINALe vostre letterelettere,medici,opinioniRiceviamo e pubblichiamo una lettera che ci è arrivata da un nostro concittadino sul fatto che in questi giorni (ponte dell'Immacolata), i Medici di famiglia non sono stati in servizio. Desidero esprime malessere ed indignazione per quanto capitato in questi giorni nella nostra Ausl. Come si trattasse di una normalissima azienda...