Fonte: www.faenzanotizie.it/

Risolto con l’aiuto dei sistemi di videosorveglianza e dei varchi di lettura targhe il caso dell’identificazione del presunto pirata stradale che sabato pomeriggio avrebbe investito un ciclista in stazione a Castelbolognese senza fermarsi per prestare soccorso. La polizia municipale del comprensorio faentino è riuscita ad identificare il conducente che è stato visto allontanarsi dal luogo in cui un ciclista è caduto per motivi che sono al vaglio degli organi di vigilanza. L’unica certezza al momento deriva dal fatto che l’utente debole ha riportato ferite leggere giudicate guaribili in 7 giorni.

Il resto della vicenda è tutto da ricostruire perchè il conducente del mezzo a motore ritiene di non aver notato nulla e per questo di essersi allontanato indisturbato dal luogo della caduta.

Per l’identificazione del veicolo sono state determinanti le telecamere di videosorveglianza in alta definizione che sono installate in tutto il comune. Ma soprattutto i varchi di controllo delle targhe. Interrogando questo sistema, infatti, solo con qualche lettera della targa fornita da un testimone è stato possibile identificare il veicolo. Èbastato visionare i pochi veicoli transitati a Castelbolognese con quelle precise lettere per identificare il conducente del mezzo che è stato visto allontanarsi.

Ora spetterà agli organi di controllo e all’autorità giudiziaria completare gli accertamenti del caso per definire i contorni e le responsabilità esatte della vicenda.

Redazione CBnewsCRONACAincidente,videosorveglianzaFonte: www.faenzanotizie.it/ Risolto con l'aiuto dei sistemi di videosorveglianza e dei varchi di lettura targhe il caso dell'identificazione del presunto pirata stradale che sabato pomeriggio avrebbe investito un ciclista in stazione a Castelbolognese senza fermarsi per prestare soccorso. La polizia municipale del comprensorio faentino è riuscita ad identificare il conducente...