Fonte: http://bologna.repubblica.it

Ha patteggiato due anni di carcere, con pena sospesa, e tre anni di sospensione della patente Claudio Cesari, il cinquantottenne originario di Firenze ma residente a Crespino sul Lamone, nel Fiorentino, che la notte tra il 2 e il 3 novembre scorso nel centro di Castelbolognese, nel Ravennate, era fuggito dopo avere travolto e ucciso con il suo fuoristrada la settantaseienne Imelde Ghetti.

Il via libera alle pena, concordata tra l’avvocato difensore Gabriele Sangiorgi e il Pm Roberto Ceroni, è stato dato in mattinata dal giudice Rossella Materia sia alla presenza dell’imputato che dei due figli della vittima – tra cui un assessore comunale – tutelati dall’avvocato Patrizia Marchi e già risarciti dall’assicurazione della vettura dell’uomo.

Cesari doveva rispondere di omissione di soccorso, omicidio colposo e fuga da incidente con esito mortale. All’esito della sentenza, è stata revocata l’unica misura restrittiva che pendeva su di lui, l’obbligo di dimora nel comune di residenza con divieto uscire di casa tra le 22 e le 7.
L’incidente era accaduto mentre la donna stava attraversando

la via Emilia sulle strisce pedonali. A quel punto l’uomo era scappato per essere arrestato quattro giorni dopo dai carabinieri i quali, grazie alla segnalazione di un residente, avevano individuato il suo fuoristrada parcheggiata davanti all’abitazione di una familiare a Lugo, nel Ravennate.

Redazione CBnewsCRONACAincidente,via emiliaFonte: http://bologna.repubblica.it Ha patteggiato due anni di carcere, con pena sospesa, e tre anni di sospensione della patente Claudio Cesari, il cinquantottenne originario di Firenze ma residente a Crespino sul Lamone, nel Fiorentino, che la notte tra il 2 e il 3 novembre scorso nel centro di Castelbolognese, nel Ravennate,...