Abbiamo ricevuto questa lettera di una mamma della nostra città molto preoccupata sullo stato di servizio del tetto della scuola materna, che qui di seguito pubblichiamo integralmente:

Oggi ho accompagnato mio figlio di tre anni alla scuola materna e l’ho lasciato con una certa angoscia. Questo perché il tetto della sua classe, che oltretutto fa parte della nuova sezione ha ceduto in alcuni punti, facendo cadere i pannelli di polistirolo (o un materiale simile). Questi pannelli che allo stato naturale sono leggeri, impregnati d’acqua diventano alquanto pesanti e pericolosi. Questa mattina la lezione si svolgerà nella zona in cui mangiano, anche questa piena di pannelli già bagnati, visto che presentano chiazze di acqua. Il dormitorio invece, che fa parte della zona ‘vecchia’, senza perciò pannelli, perde anch’esso. Stamattina c’erano due grandi catinelle colme d’acqua a raccogliere al centro le goccioline che continuavano a cadere. Ironicamente la collaboratrice ha detto ‘le gocce che cadono fanno da ninna nanna ai bambini’. C’è poco da ridere ma c’è da fare assolutamente qualcosa. Il Comune ha detto che domani interverrà e sicuramente tutto il tetto sarà da rifare. Questi problemi e’ da un po’ di tempo che ci sono e stanno degenerando, mi auguro che non si faccia male nessuno..la scuola dovrebbe essere un luogo sicuro, dove i genitori portano i figli con serenità…io oggi l’ho lasciato con grande tristezza.
Loredana

Redazione CBnewsLe vostre letterelettere,scuola maternaAbbiamo ricevuto questa lettera di una mamma della nostra città molto preoccupata sullo stato di servizio del tetto della scuola materna, che qui di seguito pubblichiamo integralmente: Oggi ho accompagnato mio figlio di tre anni alla scuola materna e l'ho lasciato con una certa angoscia. Questo perché il tetto della...