L’Imu sembra abbia fatto fare cassa, e non poca, ai Comuni della Romagna faentina. L’Istituto per la finanza e l’economia locale, una fondazione istituita dall’Associazione nazionale dei comuni italiani, ha recentemente diffuso i dati del gettito Imu dei comuni italiani. Tra questi ci sono anche quelli riferiti ai sei comuni della Romagna faentina.
I numeri riportano anche gli incassi per abitazione principale pro capite e gli incassi per altri immobili sempre calcolati pro capite. Da queste tabelle emerge come Faenza, Riolo Terme, Brisighella e Solarolo siano tra i comuni della provincia ravennate che più di tutti incassano risorse dall’Imu mentre gli introiti più bassi si registrano a Casola Valsenio e Castel Bolognese.I dati sono stati elaborati sulla base delle informazioni fornite dal ministero dell’Economia e finanza e indicano gli incassi Imu totali (compreso il gettito derivante dalle variazioni di aliquota adottate dai Comuni) per abitazione principale e per altri immobili, senza distinzione tra quota Stato e quota Comune e il numero di versamenti registrati, distintamente, per abitazione principale e per altri immobili.Nella provincia di Ravenna, il comune di Casola Valsenio e quello di Castel Bolognese risultano essere quelli con i valori pro capite più bassi, sia per l’abitazione principale che per gli altri immobili mentre Riolo Terme, Faenza, Brisighella e Solarolo sono quelli che incassano di più. La città d’acque della collina faentina svetta su tutte con 136 euro pro capite per la prima casa e 364 euro pro capite per gli altri immobili. Segue a stretto giro di boa Faenza con 122 euro per la prima casa e 420 per gli altri immobili. Anche Brisighella non scherza con 105 euro pro capite per la prima casa e 335 euro per tutti gli altri immobili. A Solarolo gli indici scendono a 100 euro pro capite versati per l’abitazione principale e 368 euro per tutti gli altri immobili. Infine comuni più economici, almeno dal punto di vista delle tasse sugli immobili, sono Casola Valsenio e Castel Bolognese. Qui gli indici pro capite per l’abitazione evidenziano rispettivamente una spesa di 73 euro per la prima casa e 329 euro per tutti gli altri a Casola Valsenio e 66 euro e 342 euro a Castel Bolognese. Anche per quanto concerne il calcolo delle medie dei versamenti in questi ultimi due comuni sono le più basse. Per l’abitazione principale si arriva a 188 euro a Castel Bolognese e 217 euro a Casola Valsenio e per gli altri immobili si raggiunge 353 euro a Casola Valsenio e 448 euro a Castel Bolognese. Ben altre cifre si registrano negli altri quattro comuni con Riolo Terme che viaggia dai 350 euro per la prima casa ai 539 euro per gli altri immobili. Segue Faenza con 319 euro e 602 euro, Brisighella con 295 euro e 322 euro e Solarolo con 274 euro e 411 euro.

Articolo di Riccardo Isola
Fonte: http://www.corriereromagna.it/faenza/2013-03-07/pagare-di-pi%C3%B9-sono-i-faentini-e-i-riolesi

Redazione CBnewsROMAGNA FAENTINAimuL’Imu sembra abbia fatto fare cassa, e non poca, ai Comuni della Romagna faentina. L’Istituto per la finanza e l’economia locale, una fondazione istituita dall’Associazione nazionale dei comuni italiani, ha recentemente diffuso i dati del gettito Imu dei comuni italiani. Tra questi ci sono anche quelli riferiti ai sei...Notizie, informazioni, eventi, appuntamenti da Castel Bolognese (Ravenna)