Una scelta controcorrente, in un periodo dominato da download e mp3. E’ quella fatta dagli Herba Mate, band stoner-rock di Castel Bolognese (RA) che ha deciso di ristampare il fortunato disco “The jellyfish is dead and the hurricane is coming” addirittura in formato vinile.

Il disco, un 33 giri a tiratura limitata (solo 200 copie prodotte) e con una veste grafica rinnovata rispetto al cd, uscirà giovedì 20 dicembre per Blinde Proteus, la giovane label della faentina Simona Gretchen, e sarà distribuito da Go Down Records.

Per presentare la novità, dedicata in primis a tutti i fan, gli Herba Mate hanno in programma due serate dal vivo. La presentazione ufficiale del vinile avverrà domenica 23 dicembre, a partire dalle ore 21,30 al Clan Destino di Faenza (viale Baccarini, 21), mentre la sera precedente, sabato 22 dicembre, si terrà una sorta di anteprima a Ca’ de Mandorli (Via Idice 24, San Lazzaro di Savena – BO) dove la band si esibirà a partire dalle ore 22,30.

Il gruppo Herba Mate nasce alla fine del 2001 ed è formato da Alessandro Trerè (basso e voce), Andrea Barlotti (chitarra) ed Ermes Piancastelli (batteria), tre amici cresciuti nella stessa via a Castel Bolognese (RA). Dopo le prime esibizioni live danno vita ad un EP, “A desert section”, con cui esordiscono nel 2005; seguono numerosi concerti, anche in compagnia di artisti di grande spessore a livello internazionale (Fu Manchu, Pontiak, Damo Suzuki) e nazionale (La Crus, John De Leo, Tre Allegri Ragazzi Morti). Nel 2009 l’uscita del cd “The jellyfish is dead and the hurricane is coming”, oggi ristampato su vinile.

Per ulteriori info è possibile consultare il sito www.idea4usonly.com/herbamate.
Gli Herba Mate sono anche su Facebook: www.facebook.com/HerbaMateBand.

Il gruppo Herba Mate nasce alla fine del 2001 ed è formato da Alessandro Trerè (basso e voce), Andrea Barlotti (chitarra) ed Ermes Piancastelli (batteria): tre amici cresciuti nella stessa via a Castel Bolognese (RA), e che dopo varie esperienze musicali, anche in comune, decidono di fondare questa band il cui nome riprende quello della tisana da cui la maggior parte degli argentini è dipendente.

Le prime esibizioni live e i primi concorsi (Faenza Cover Festival, Faenza Rock e Frogstock) risalgono al 2002. Alla fine del 2004 nascono i primi pezzi, parte dei quali vengono poi registrati e raccolti in un EP che porta il nome di “A desert section”, uscito nell’aprile del 2005. A luglio dello stesso anno ha visto la luce il videoclip di uno di questi brani, “Desert Inn part I”: realizzato e prodotto autonomamente dal chitarrista Andrea Barlotti, il video ha partecipato a diversi concorsi in Italia, classificandosi anche al terzo posto tra gli esordienti a Videofreccia 2005 e riscuotendo consensi da parte di critici del settore.

Nel marzo 2006 la band ha partecipato al Romagna Cover Festival svoltosi al Naima Club di Forlì, classificandosi al primo posto. Negli anni successivi gli Herba Mate hanno partecipato a diversi concerti e manifestazioni (Festival della Libertà di Zocca, Frogstock, Riot Fest, Rivolution Fest, etc.) e condiviso il palco con artisti di grande spessore a livello internazionale (Fu Manchu, Pontiak, Damo Suzuki) e nazionale (La Crus, John De Leo, Tre Allegri Ragazzi Morti).

A settembre 2008 la band è entrata in studio per la registrazione di “The jellyfish is dead and the hurricane is coming”, disco poi presentato nell’agosto 2009 al Bagno Hanabi di Marina di Ravenna. Nel 2012 l’album viene ripubblicato su vinile con l’etichetta Blinde Proteus.

La musica degli Herba Mate è fondamentalmente rock, ma dalle variabili dinamiche psichedeliche, e costruita sulle basse frequenze: un suono fisico che richiama ambientazioni desertiche e rocciose dove regnano sovrani il sole e desolate e infinite dimensioni a perdita d’occhio. E’ la musica ad essere dominante sulla voce, che si perde e si confonde tra le note fino a volte a scomparire. Le influenze musicali sono chiare, e portano dritte al desert/stoner rock di Kyuss, Queens of the Stone Age e Fatso Jetson.

Membri:
Andrea Barlotti (chitarra)
Alessandro Trerè (basso e voce)
Ermes Piancastelli (batteria)

Discografia:
A desert section (2005)
The jellyfish is dead and the hurricane is coming (2009)

Redazione CBnews3° PAGINAherba mate,musicaUna scelta controcorrente, in un periodo dominato da download e mp3. E' quella fatta dagli Herba Mate, band stoner-rock di Castel Bolognese (RA) che ha deciso di ristampare il fortunato disco “The jellyfish is dead and the hurricane is coming” addirittura in formato vinile. Il disco, un 33 giri a...Notizie, informazioni, eventi, appuntamenti da Castel Bolognese (Ravenna)