Castel Bolognese. In consiglio comunale maggioranza e opposizione chiedono il potenziamento della videosorveglianza e del presidio del territorio
Il sindaco Bambi: «La sicurezza ci sta a cuore, siamo al lavoro per trovare risorse»

«La questione della sicurezza è un tema che ci sta a cuore. Per questo siamo al lavoro, per le competenze che ci competono, per fare in modo di trovare risorse e possibilità operative che possano incrementarne i livelli nella nostra città. Dal potenziamento della videosorveglianza alla possibilità di trovare soluzioni positive per una nuova caserma dei carabinieri, fino ad arrivare alla realizzazione concreta della circonvallazione che risolverebbe alcuni problemi come ad esempio la prostituzione e tutto ciò che questa si porta dietro».
Questo è il pensiero espresso dal sindaco di Castel Bolognese, Daniele Bambi in apertura dei lavori del consiglio comunale straordinario tenutosi nella serata di venerdì.Tutti uniti per una città più sicura. Un’assemblea, convocata per discutere sui gravi episodi di cronaca avvenuti negli ultimi tempi in città, a cui erano presenti anche diversi cittadini. Tra il pubblico, oltre al comandante della stazione castellana dei carabinieri, il luogotenente Gennaro Voccia, al comandante della polizia municipale dell’Unione dei comuni, Paolo Ravaioli, e a quello della stazione locale della Pm, Stefano Manzelli, vi erano esponenti di alcune forze politiche non rappresentate nel consiglio castellano (Forza nuova e Lega nord).
Gli interventi dei gruppi. «Ai Democratici per Castello (gruppo di maggioranza in consiglio ndr) sta a cuore la sicurezza delle persone. Per questo – ha affermato il capogruppo Ivo Pirazzini – siamo a chiedere che si possa aumentare il presidio del territorio da parte delle forze dell’ordine, si incrementi il servizio di videosorveglianza coinvolgendo anche le aziende e i privati a dotarsi di queste tecnologie». Ma non solo. Pirazzini infatti è convinto «che sia necessario rivitalizzare la città attraverso manifestazioni ed eventi che permettano alle persone di riappropriarsi degli spazi pubblici cittadini. Il tutto cercando il coinvolgimento anche degli stranieri residenti per cercare di attuare politiche di coesione sociale e condivisione che non possono che aiutare l’integrazione».
Anche per il capogruppo del Pdl, Udc e Lega, Giuseppe Grillini «serve un maggior presidio del territorio, soprattutto di notte e politiche mirate al potenziamento dei sistemi di deterrenza come la videosorveglianza». Una condivisione operativa che viene però accompagnata da un giudizio politico diverso dalla maggioranza. «Per noi c’è stata una mossa tardiva da parte dell’Amministrazione. Adesso è ora che ai momenti di riflessione e condivisione politica seguano fatti concreti. La percezione e purtroppo non solo quella del senso di insicurezza dei cittadini ha raggiunto livelli ormai insostenibili». Infine Pasquale Marezzi, capogruppo della lista “Il tuo paese” ha evidenziato come «visto che il sindaco deve essere referente della popolazione chiediamo un maggior attivismo concreto sul tema sicurezza. Servono risposte e non balletti di responsabilità. C’è bisogno che nei confronti dei livelli più alti dell’amministrazione dell’ordine pubblico si prenda coscienza che serve un maggior presidio del territorio e una presenza costante di uomini e mezzi».Gli sviluppi futuri. Idee, proposte e richieste che la politica castellana intende perseguire in modo unitario. Al di là delle divisioni di schieramento e di parte. Non a caso in queste ore tutti i gruppi consiliari, di maggioranza e opposizione, stanno lavorando per redigere un ordine del giorno condiviso da presentare, e quindi votare all’unanimità, proprio sul tema dell’incentivazione della sicurezza pubblica nel consiglio comunale di venerdì prossimo.
Riccardo Isola
Fonte: http://www.corriereromagna.it/faenza/2012-04-22/un-paese-stanco-di-aggressioni-e-accoltellamenti-tutti-d%E2%80%99accordo-%C2%ABservono-pi%C3%B9-cont

Redazione CBnewsPoliticaconsiglio comunale,sicurezzaCastel Bolognese. In consiglio comunale maggioranza e opposizione chiedono il potenziamento della videosorveglianza e del presidio del territorio Il sindaco Bambi: «La sicurezza ci sta a cuore, siamo al lavoro per trovare risorse» «La questione della sicurezza è un tema che ci sta a cuore. Per questo siamo al lavoro,...