Ha preso il via il piano di installazione delle nuove emettitrici self service e validatrici della Direzione regionale Emilia Romagna di Trenitalia, per un investimento complessivo di circa 5,3 milioni di euro.
Le nuove macchine self service previste in Emilia Romagna sono 127, con un incremento del 5% di postazioni rispetto alla rete attuale, che ne conta 121.
La sostituzione completa delle vecchie emettitrici, prevista per l’inizio del 2013, è iniziata con l’installazione delle tre prime self service di nuovo tipo, ora in fase di attivazione, nelle stazioni di Imola, Castel San Pietro e Castelbolognese. A Imola una seconda self service è prevista nel mese di maggio. Le nuove macchine accetteranno inizialmente pagamenti con POS, per poi essere successivamente abilitate anche all’accettazione di banconote e monete.
Le prossime attivazioni sono previste nel mese di aprile a Forlimpopoli (FC), Gambettola (FC), Savignano sul Rubicone (RN), Godo (RA), Lugo (RA), Alfonsine (RA) Argenta (FE), Portomaggiore (FE), San Pietro in Casale, Bologna San Ruffillo, Casalecchio di Reno e Sasso Marconi (BO).
Le nuove self-service di Trenitalia facilitano l’acquisto del titolo di viaggio attraverso un menù rapido e intuitivo che consente di concludere l’operazione in poche fasi, guidati da messaggi audio e luminosi. Sarà possibile acquistare tutte le tipologie di biglietti dal trasporto regionale alla lunga percorrenza, comprese le Frecce. Le nuove emettitrici potranno essere utilizzate anche per i cambi prenotazione, effettuabili in futuro attraverso la semplice lettura del codice a barre del biglietto, senza dover inserire manualmente alcun dato.
Con le nuove self service sarà più semplice anche la gestione operativa, grazie al collegamento in rete, che permette il monitoraggio del loro funzionamento in tempo reale. Nuovi sistemi antieffrazione e dispositivi di allarme ne aumentano la sicurezza contro i furti. Sempre al fine di garantire un lungo utilizzo della macchina, limitando i tentativi di vandalizzazione e scasso, saranno installate, a seconda delle località, self service che accettano sia il pagamento con POS che con banconote e monete, con POS e monete o solo POS.

Novità anche per la convalida dei biglietti. 438 macchine di ultima generazione, più affidabili e resistenti, dotate di un lettore ottico per il codice a barre, consentiranno a regime anche il controllo da remoto del loro funzionamento, rendendo possibili interventi più puntuali e rapidi in caso di guasti.
33 quelle già installate nelle stazioni di Imola, Forlì, Cesena, Faenza, Ravenna, Alfonsine (RA), Bagnacavallo (RA), Bellaria (RN), Modena, Carpi, Parma, Piacenza, Ferrara, Bologna San Ruffillo e Pian di Macina.
Tutte le vecchie obliteratrici saranno sostituite per l’inizio del 2013. A installazione ultimata il numero di macchine validatrici crescerà del 10% rispetto alla rete attuale, che ne conta circa 400 in Emilia Romagna.
Il design delle nuove validatrici di Trenitalia richiama la sagoma di un treno e la loro funzionalità prevede sia la stampa attraverso l’impatto su carta, come quelle attuali, sia la lettura/scrittura in modalità “contactless”, applicazione utile per l’utilizzo anche con il biglietto elettronico.

Redazione CBnewsROMAGNA FAENTINAfs,stazioneHa preso il via il piano di installazione delle nuove emettitrici self service e validatrici della Direzione regionale Emilia Romagna di Trenitalia, per un investimento complessivo di circa 5,3 milioni di euro. Le nuove macchine self service previste in Emilia Romagna sono 127, con un incremento del 5% di postazioni...Notizie, informazioni, eventi, appuntamenti da Castel Bolognese (Ravenna)