Nella mattinata di martedì 18 maggio una troupe del Tg3 regionale dell’Emilia Romagna ha fatto visita alla città di Castel Bolognese. Il motivo è stato la realizzazione di un servizio sulla recente installazione di diversi defibrillatori installati nei punti strategici della città. Questi strumenti sono stati collocati sotto al chiostro comunale, all’ingresso della casa protetta, al centro sociale, nella zona sportiva, al bar e alle Cupole. I defibrillatori sono stati sistemati all’interno di appositi box e posizionati in posizioni fruibili in caso di bisogno urgente. In particolare quello in piazza Bernardi e alla casa protetta sono sempre accessibili in qualsiasi momento della giornata. Infine un sesto defibrillatore è stato messo a disposizione dei volontari qualificati dell’associazione. Per rendere riconoscibile le postazioni sono stati installati segnali che indicano la direzione e i metri di distanza da ciascun defibrillatore.
Il servizio che dovrebbe essere messo in onda nei prossimi giorni ha visto la realizzazione di interviste con il sindaco Daniele Bambi, il presidente dell’associazione omonima “La via del cuore” Tulio Bolognini e con Battista Casadio il volontario dell’associazione che nel 2005, proprio grazie ad un defibrillatore presente in città, riuscì a salvare la vita di una persona colpita da un infarto al centro sociale cittadino.

Redazione CBnews3° PAGINAdefibrillatoriNella mattinata di martedì 18 maggio una troupe del Tg3 regionale dell'Emilia Romagna ha fatto visita alla città di Castel Bolognese. Il motivo è stato la realizzazione di un servizio sulla recente installazione di diversi defibrillatori installati nei punti strategici della città. Questi strumenti sono stati collocati sotto al...Notizie, informazioni, eventi, appuntamenti da Castel Bolognese (Ravenna)