di Daniela Malavolti

Da 10 anni la storia di Castel Bolognese è in internet. Un compleanno di tutto rispetto per il sito www.castelbolognese.org messo online ad aprile 2000 con le istanze del Comitato locale per il recupero e la tutela dei beni ambientali. L’idea di sdoganare sul web la storia di alcuni monumenti, l’appello per salvare il Molino Scodellino e per la ricostruzione dell’antica torre civica, era venuta ad Andrea Soglia e Lorenzo Presutti. «E’ davvero lodevole la paziente ricerca dei due giovani castellani – scriveva allora Stefano Borghesi su queste colonne – che si sono dedicati da diversi mesi alla preparazione di questo sito con la frequentazione di biblioteche e archivi privati».
Dallo sbarco nel mondo virtuale la storia di Castello in internet è cresciuta: ben piazzato sui principali motori di ricerca e piimo link utile indicato da Wikipedia, oggi il sito è ricco di contenuti e voci, contando circa 300 pagine e oltre 20mila visite.
L’identikit del visitatore non è semplice da tratteggiare: castellani lontani (da Brasile, Stati Uniti e Australia); persone in cerca delle proprie radici che in qualche modo passano da qui e nuovi residenti.
Poi, naturalmente, i click di curiosi e di chi sta studiando personaggi e fatti che hanno incrociato la storia locale.
Ora Castelbolognese.org presenta un’ampia galleria di materiali, fin dall’atto fondativo del paese, organizzati in modo chiaro con riferimenti bibllografici e indicazione delle fonti: molti studi di Paolo Grandi e scritti di Valentino Donati, Pier Paolo Sangiorgi, Stefano Borghesi e altri. Ricerche già pubblicate e articoli di stampa; biografie, foto, documenti recuperati in archivi e su internet, perfino sul portale anglosassone della Bbc. Fiore all’occhiello sono gli studi inediti e i testi scritti da diverse mani per il sito che «è sempre aperto a contributi esterni» sottolinea il curatore Andrea Soglia, bibliotecario e catalogatore in varie biblioteche fra Bologna e Lugo.
Spicca qualche tuffo nell’attualità, con le foto dei quadri rubati alcuni anni fa in sala consiliare e nella chiesa di San Francesco. Così come con la nuova sezione «Storie di persone», nata dopo la scomparsa di Borghesi e a lui dedicata, che raccoglie cronache . custodite solo dai vecchi castellani, che Soglia cerca, ascolta e restituisce con meticolosa passione per la storia.
E’ questa la linfa di castelbolognese.org un’iniziativa privata, giunta sul web prima del sito del Comune, che il palazzo da sempre «vede di buon occhio e con sereno distacco».

Tratto da Sette Sere del 10 aprile 2010

Redazione CBnews3° PAGINAstoriadi Daniela Malavolti Da 10 anni la storia di Castel Bolognese è in internet. Un compleanno di tutto rispetto per il sito www.castelbolognese.org messo online ad aprile 2000 con le istanze del Comitato locale per il recupero e la tutela dei beni ambientali. L'idea di sdoganare sul web la storia...Notizie, informazioni, eventi, appuntamenti da Castel Bolognese (Ravenna)