Oltre 60 dipendenti della Copma 2000 di Castel Bolognese da lunedì 28 settembre prossimo saranno in cassa integrazione ordinaria fino al 18 gennaio 2010.
In mezzo ci saranno anche le ferie, ma fatto sta che l’azienda che produce gru idrauliche per per camion ricorre per la terza volta in un anno alla riduzione d’orario per i propri dipendenti e ad inizio anno terminerà gli ammortizzatori ordinari.
La crisi del settore è tale che anche a Castel Bolognese si naviga a vista, con programmi verificati di settimanalmente in attesa che ci sia qualche spiraglio di ripresa.
«Il nostro obiettivo in questo momento di crisi globale – spiega Roberto Martelli della Fiom di Faenza – è mantenere i posti di lavoro in tutti i modi possibili». Ne segue che anche alla Compa 2000 – azienda nata alla fine degli anni ’60 che esporta in una ventina di Paesi dei cinque continenti e di proprietà come Hs Penta del gruppo reggiano Interpump – non sono esclusi in un futuro prossimo ammortizzatori sociali strordinari nel caso il mercato non riprenda.
Fonte:  www.faenzanotizie.it

Redazione CBnewsDALLA CITTA'cassa integrazione,copma 2000,crisiOltre 60 dipendenti della Copma 2000 di Castel Bolognese da lunedì 28 settembre prossimo saranno in cassa integrazione ordinaria fino al 18 gennaio 2010. In mezzo ci saranno anche le ferie, ma fatto sta che l'azienda che produce gru idrauliche per per camion ricorre per la terza volta in un...Notizie, informazioni, eventi, appuntamenti da Castel Bolognese (Ravenna)