Articolo tratto dal sito: www.cervianotizie.it

Si sono presentate alla porta dell’abitazione di una 77enne di Castel Bolognese, spacciandosi per essere conoscenti di un nipote dell’anziana e con il pretesto di chiedere alcune informazioni su un appartamento da affittare, sono riuscite a farsi accogliere in casa e lì hanno agito “ripulendola” di oro e contanti.
Il fatto è avvenuto nei giorni scorsi a Castel Bolognese, in un’abitazione nel centro della cittadina. Quando le due donne, sulle cui tracce sono ora i Carabinieri della locale stazione, sono entrate in casa, con la scusa di dover lasciare un biglietto per il nipote, è scattato il tranello a danno della 77enne. Infatti, mentre una delle due si è intrattenuta in cucina con l’anziana, la seconda, facendo finta di telefonare, si è intrufolata nella camera da letto, dove ha rubato da un comò alcuni monili d’oro insieme ad alcune banconote e la tessera bancomat compreso il pin.

In pochi minuti le due complici hanno salutato l’anziana e si sono poi dileguate. La 77enne in un primo tempo non si era accorta di nulla, poi, dopo aver raccontato la vicenda ad un familiare, si è resa conto che dalla casa mancavano denaro e oro, inoltre in seguito ha scoperto che purtroppo avevano utilizzato la sua carta bancomat per un prelievo abusivo di 600 euro da uno sportello automatico della zona. Ricevuta la denuncia, i Carabinieri della stazione di Castel Bolognese, con la collaborazione dei colleghi di Faenza hanno avviato le indagini, sperando che le telecamere della videosorveglianza presenti in città abbiano ripreso qualche particolare utile per risalire all’identità delle due ladre.

Il capitano Cristiano Marella, comandante della compagnia Carabinieri di Faenza, mette ancora in guardia contro le truffe ed i raggiri: “Il consiglio più importante per i cittadini, soprattutto per quelli più anziani, è quello di non aprire mai la porta di casa a sconosciuti. Diffidate degli estranei che vengono a trovarvi in orari inusuali, soprattutto se in quel momento siete soli in casa, poi non bisogna mai dare confidenza o comunicare informazioni personali. Se qualcuno si presenta al campanello e chiede di entrare anche per una semplice informazione, occorre usare il buon senso e la prudenza, perciò raccomando di non aprire agli sconosciuti e di telefonare subito al 112 per consentire ai Carabinieri di arrivare sul posto ed effettuare le opportune verifiche”.

redazione cbnewsCRONACAfurtoArticolo tratto dal sito: www.cervianotizie.it Si sono presentate alla porta dell’abitazione di una 77enne di Castel Bolognese, spacciandosi per essere conoscenti di un nipote dell'anziana e con il pretesto di chiedere alcune informazioni su un appartamento da affittare, sono riuscite a farsi accogliere in casa e lì hanno agito “ripulendola”...