Nella serata di giovedì 23 marzo si è costituito il comitato cittadino per sostenere la mozione Renzi – Martina per l’elezione del nuovo segretario e candidato premier del Partito Democratico.

La voglia di ripartire dopo lo stop del 4 dicembre è tanta, come tanto è l’entusiasmo che ci spinge a riprendere il cammino di riforme che ha visto come protagonista il governo Renzi nei 1000 giorni appena trascorsi, migliorando ciò che può essere perfezionato, ma orgogliosi dei tanti risultati ottenuti, soprattutto nel campo dei diritti.

In un’ Italia ingessata, ostaggio dello Status quo e minacciata da chi ai problemi trova solo un colpevole e mai la soluzione, il Partito Democratico deve essere la vera forza innovatrice e progressista.
E per questo ha bisogno della forza motrice, dell’ entusiasmo e della spinta riformatrice di Matteo Renzi.
Ha bisogno delle idee contenute nel programma nato al Lingotto, in una convention dove si è data una vera visione di quello che può essere il futuro dei prossimi 20 anni.

Aderiscono inizialmente al comitato il sindaco Daniele Meluzzi, la coordinatrice dei primi comitati Renzi locali e assessore alle politiche sociali  Ester Ricci Maccarini, i consiglieri comunali Chiara Berti (capogruppo), Marco Ferrucci, Alberghi Domenico, il coordinatore provinciale Damiano Giacometti, il segretario del PD castellano Carla Bellagamba e Simone Merenda, coordinatore del comitato.

redazione cbnewsPoliticamatteo renzi,pdNella serata di giovedì 23 marzo si è costituito il comitato cittadino per sostenere la mozione Renzi - Martina per l'elezione del nuovo segretario e candidato premier del Partito Democratico. La voglia di ripartire dopo lo stop del 4 dicembre è tanta, come tanto è l'entusiasmo che ci spinge a...